giovedì, novembre 27, 2008

Per tutto il resto c'è Mastercard.

La crisi erode i consumi delle famiglie e la fascia di popolazione a ridosso della soglia di povertà aumenta. La soluzione del governo è una carta di credito della Mastercard, chiamata Social Card. La Mastercard sarà inviata in relazione alla compilazione dell'ISEE, uno degli strumenti preferiti dagli evasori, e sarà ricaricata di 40euro ogni mese. Bella pacchianata demagogica. Ecco perchè. Per prima cosa, considerando che una parte importante dei disagiati è costituita da pensionati che non hanno familiarità con le carte di credito, la Mastercard mi sembra uno strumento poco efficace. Pensate a mia nonna che abita in un paesino sulla Sila... No, non va. Poi non mi piace l'idea che chi sta male economicamente sia costretta a sfoggiare la carta, a scapito di un pizzico di dignità. E poi non va il metodo. La crisi si combatte con interventi strutturali e metodici, salvaguardando il lavoro e i diritti, non con spot e "regali di Natale".

4 commenti:

chiara ha detto...

non ho parole e questa me l'ero proprio persa!!!!

Swan ha detto...

A me fa rabbia la presunzione dello psico-nano.
Anche in tempi di crisi lui cosa fà?
Nel decreto anti crisi ci infila una norma che penalizza la tv satellitare SKY.
Entrando nel merito: ha portato al 20%,prima era di 10, l'iva per le tv che trasmettono via cavo o via satellite.
L'anno prossimo quando SKY si vedrà costretta ad aumentare i prezzi al cliente finale,indovinate chi ne trarrà giovamento e guadagni?
Semplice: MEDIASET PREMIUM.

Anonimo ha detto...

basta! non siete credibili ma faziosi! qualsiasi cosa faccia il governo non vi sta bene! VERGOGNATEVI!

chiara ha detto...

mi pare che i "faziosi" circostanzino accuratamente punto per punto le ragioni del dissenso e, soprattutto, si firmino nei loro interventi... caro anonimo